Antro della Strega

Magie, cucina , arte e qualcosa in più

Russell-Einstein Manifesto

3 Comments »

July 13th, 2010 Posted 17:28

manifesto

Salve a tutti,

era un pò di tempo che non ci vedevamo, ma ho avuto un pò di contrattempi che mi hanno tenuta lontano per tutto questo tempo, quindi scusatemi tanto :).

Voglio riprenedere da una cosa che ho letto sull’ultimo numero di Wired, ovvero il “Russel- Einstein Manifesto”, cioè un manifesto contro le armi nucleari; questo appello è stato presentato a Londra il 9 luglio 1955 (piena guerra fredda), da un gruppo di scienziati tra cui Bertrand Russel e Albert Einstein, vi voglio riportare parola per parola il manifesto dell’articolo, se volete saperne di più consultate Wired di luglio.

“Nella tragica situazione che l’umanità si trova a dover affrontare, riteniamo che gli scienziati debbano riunirsi a congresso per valutare i pericoli nati dallo sviluppo di armi di distruzione di massa.

Chiunque abbia una consapevolezza politica nutre forti sentimenti rispetto a una o più di tali questioni; ma noi desideriamo che ognuno, se vi riesce, metta da parte tali sentimenti e si consideri solo come parte di una specie biologica che ha avuto una evoluzione notevole, e della quale nessuno di noi può desiderare la scomparsa.

L’opinione pubblica, e perfino molti uomini di governo, non ha ancora ben compreso quel che significherebbe essere coinvolti in una guerra combattuta con bombe nucleari. Molti segnali d’allarme si sono levati da eminenti personalità della scienza e da esperti di strategia militare.

Non ci risulta che le opinioni degli esperti in questo campo dipendano in alcun modo dai loro orientamenti politici o dai loro pregiudizi. dipendono solamente dalla portata della loro competenza.

Questo, dunque, è il problema che vi presentiamo, netto, terribile e ineluttabile: metteremo fine la genere umano o l’umanità saprà rinunciare alla guerra?

Ciò che forse più di ogni altra cosa ostacola la comprensionedella situazione è che il termine “umanità” appare vago e astratto.

Gli uomini stentato a rendersi conto che il pericolo è per loro, per i loro figli e nipoti, e non solamente per un indistinto concetto di umanità.

Si apre davanti a noi, se lo vogliamo, un continuo progresso in benessere, conoscenza e saggezza. Scegleremo invece la morte, perchè non sappaimo dimenticare le nostre contese?

Ci appelliamo, come esseri umani, ad altri essere umani: ricordate la vostra umanità, e dimenticate il resto.” (Wired n.17,luglio 2010)

Non so voi, ma quando l’ho letto mi ha molto colpito il manifesto e spero che faccia altrettanto con voi, voglio solo farvi notare che eravamo nel 1955 e che le cose, aimhè, non sono cambiate tantissimo visto anche l’ultimo articolo che ho scritto sulla scuola la quale stà portando le nuove generazioni al “non pensare”…

Fatelo passare se volete, fate conoscere il pensiero di scienziati che hanno cercato di rivoluzionare il mondo, perchè questo non è solo un manifesto contro le armi nucleari, ma anche un messaggio di pace, e siccome vogliamo che Internet sia candidato per il Nobel della Pace, perchè non diffondere una bellissima riflessione.

Se volete leggere l’intero manifesto cliccate pure qui accanto Russel-Einstein Manifesto.

Con affetto

La Streghetta

Posted in Pensierini, Personale

Scuola…dove andremo a finire?

3 Comments »

May 12th, 2010 Posted 20:11

riforma_scuola1

Buona sera a tutti!!!!

Vi starete chiedendo il perchè del titolo di questo articolo, bhè la risposta è semplice, non tutti sanno che la scorsa estate per far fruttare il mio odiato diploma magistrale, mi sono inscritta alle liste delle supplenze per asilo nido, scuola d’infanzia e scuola primaria (scuola elementare) di terza fascia, vi starete chiedendo: perchè solo le supplenze per questi tre settori pur avendo una laurea scientifica? La risposta è che il mio diploma magistrale, mi permette solo di supplire in questi settori e anche perchè non ho l’ambita ABILITAZIONE che si poteva ottenere, e sottolineo si poteva, con il corso alla scuola SSIS ovvero la scuola di specializazione all’insegnamento la quale per la scuola primaria non esiste più e ora come ora si può solo ottenere frequentando il corso di laurea in Scienze della Formazione specializzazione in Primaria. Vi starete chiedendo a questo punto: come fai ad insegnare? Come esiste il mistero della Fede, esiste il mistero (e non solo uno) della scuola. In ogni caso, siccome non ho l’abilitazione all’insegnamento, non potrò mai andare oltre alle supplenze e quindi per guadagnare qualche soldo aspetti la fatitica telefonata mattutina!!!

NON é VITA!!!

Il lavoro di insegnante è molto cambiato da quando eravamo noi bambini, l’insegnante o docente, non è più la persona che formava nuove menti per il futuro, ma ora deve essere medico, assistente sociale, confidente, psicologo e quando avanza tempo, formatore, sia per il bambino che per le famiglie e lo stipendio non paga abbastanza, almeno secondo la mia modesta opinione e piccolissima esperienza nel campo.

E’ un lavoro nel quale ci vuole molta passione, in particolar modo nel settore della scuola d’infanzia, ma è una passione che ora come ora tende a vacillare perchè è un lavoro (almeno per quanto riguarda la scuola primaria) che può dare veramente tante soddisfazioni ma altrettante delusioni sia dal punto di vista della scuola (pubblica), che dal punto di vista della politica stessa che stà mettendo ancora di più i bastoni tra le ruote ai docenti e alla scuola (pubblica) stessa la quale, grazie alla riforma Gelmini, non ha fondi scolastici sufficenti per comprare persino la carta igienica oppure, ancora più grave, fare una classe di prima elementare come stà succedendo proprio qui a Livorno dove sarà molto probabile che 25 bambini rimarranno fuori dalla scuola dell’obbligo. Ditemi voi se è regolare tutto questo!!!

In questo lavoro alcune volte devi proprio imparare a distaccarti altrimenti ti prosciuga a tal punto che arrivi a casa e non sai dove battere la testa, perchè in mano non hai solo delle persone da tenere buone per mezza giornata , ma hai delle menti che devi plasmare e dirigere nella direzione giusta , menti che devono imparare a pensare con la propria testa per arrivare in un punto ben preciso del loro futuro che è sempre più incerto, un futuro che non dà modo di pensare con la propria testa a partire dai libri scolastici, un esempio è il sussidiario che ho avuto sottomano quando ho fatto una supplenza di una settimana in una terza elementare, sapete che la pianura è un terreno pianeggiante, cioè senza montagne, che è stata sfruttata dall’uomo per città ed industrie? Bhè, questo è circa quello che spiegava della pianura con un piccolo schemetto di tre disegni delle tre differenti pianure, a quel punto per puro caso, ho trovato a casa il mio sussidiario di terza elementare, tutt’ altra cosa, tre pagine con tante immagini che spiegava per filo e per segno cosa era la pianura e come si formava…bei miei tempi.

Fortuna o non fortuna nel trovare una classe adeguata (e la percentuale stà piano piano diminuendo, visto l’ultima esperienza dove ho iniziato ad urlare alle 8.30 ed ho smesso alle 13.30 quando sono andata via), a me piace insegnare alle elementari è, quando sei fortunata, una bella soddisfazione, ma devo ancora imparare a distaccarmi perché è veramente difficile fare le “maestra” ed essere impotente su realtà che hai in una classe e impotente su altre cose che di vorticano all’interno della scuola stessa…

Voi che ne pensate?

Con affetto

La Streghetta

Tags:
Posted in Pensierini, Personale, Scuola

22 Aprile Earth Day 2010

No Comments »

April 20th, 2010 Posted 16:29

grass edn_0

Buon pomeriggio a tutti i blogger…

per chi non lo sapesse, siamo in procinto di una data importante per tutto il nostro pianeta e per tutti noi, infatti come ogni anno dal 1970, il 22 Aprile si festeggia l’ Earth Day 2010, ovvero la Giornata Mondiale della Terra, molti di voi si chiederanno che cos’è la Giornata Mondiale della Terra?

Bhè,  fu celebrata a livello internazionale per la prima volta il 22 aprile 1970 per sottolineare la necessità della conservazione delle risorse naturali del Pianeta; è nato come movimento universitario e poi nel tempo, è divenuto un avvenimento di educazione e di informazione. I gruppi ecologisti lo utilizzano quale occasione per valutare le problematiche del pianeta: l’inquinamento di aria, acqua e suolo, la distruzione degli ecosistemi, le migliaia di piante e specie animali che scompaiono e l’esaurimento delle risorse non rinnovabili.

Si sono elaborate soluzioni che permettono di eliminare gli effetti negativi delle attività dell’uomo. Queste soluzioni includono il riciclo dei materiali, la conservazione delle risorse naturali come il petrolio e i gas fossili, il divieto di utilizzare prodotti chimici dannosi, la cessazione della distruzione di habitat fondamentali per la vita, come i boschi umidi e la protezione delle specie minacciate. L’Earth Day, il giorno della Terra, da quasi quarant’anni si basa saldamente su questo principio: tutti, a prescindere
dalla razza, dal sesso, da quanto guadagnino o dal luogo in cui vivono, hanno il diritto ad un ambiente sano e sostenibile. Il 22 aprile del 1970, 20 milioni di cittadini americani, rispondendo ad un appello del senatore democratico Gaylord Nelson, si mobilitarono in una storica manifestazione a difesa del nostro pianeta. Oggi, per ribadire questo principio quanto mai d’attualità, ci si mobiliterà ancora, in 175 paesi del mondo.

L’ Earth Day 2009 ha segnato l’inizio della “Green Generation Campaign” , ovvero una campagna di sensibilizzazione dove vengono discusse punti fondamentali quali la ricerca di un futuro basato sulle energie rinnovabili e non più sulla grande dipendenza dai combustibili fossili incluso il carbone, che trasformi il sistema educativo “globale”, in un sistema educativo “verde” e che tolga le persone dalla povertà creando “posti di lavoro verdi”.

lifegate_impatto_zeroGrazie a LifeGate.it voglio segnalare che il 21 Aprile esce Topolino a Impatto Zero®, infatti lo storico fumetto è completamente dedicato al rispetto dell’ambiente a partire proprio dalla storia a fumetti in tre atti “Topolino e il mondo di Tutor”, un’avventura che ha come protagonisti il Topo più amato di tutti i tempi ed Eta Beta (l’uomo del futuro per il mondo disneyano). La storia prende il via dalla parodia di un importante summit mondiale sull’ambiente, il “congresso straordinario indetto dall’U.N.O. (Unione Nazioni Organizzate)”, e vedrà i due amici affrontare mille pericoli per salvare il nostro Pianeta, per rendersi però conto che il destino della Terra dipende soprattutto dalle nostre piccole azioni quotidiane.

Inoltre proprio  la radio di Lifegate.it festeggerà l’evento Earth Day, con programmi e interviste a vari personaggi che si occupano proprio di questa svolta; per saperne di più potete clickare sul sito di Lifegate che trovate sulla destra del blog sotto  la voce ECO.

E con questo vi auguro un mondo più verde possibile ed informate tutte le persone che conoscete di questo evento.

Ecosaluti a tutti con affetto

La Streghetta